Didattica Innovitiva@DSC - STEM-CPD@EUni finanziato dalla Comunità Europea

STEM-PCD@EUni

Il Dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università degli Studi di Napoli Federico II è diventato partner di un nuovo progetto intitolato: "STEM Continuous Professional Development @ European Universities".

Il progetto è stato avviato dal gruppo di lavoro ECTN sulle qualifiche di lecturing e sui metodi di insegnamento innovativi ed è guidato dalla Facoltà di Chimica dell'Università Jagielloniana di Cracovia (membro dell'ECTN). Questo progetto triennale è finanziato dall'UE nell'ambito del KA2 – Cooperazione per l'innovazione e lo scambio di buone pratiche, KA203 – Partenariati strategici per l'azione di istruzione superiore del programma Erasmus. Per molto tempo, c'è stata una credenza errata che essere un rinomato ricercatore è sufficiente per essere un insegnante universitario decente. Oggi è generalmente riconosciuto che le conoscenze pedagogiche e le competenze didattiche devono essere sviluppate e, in tal senso, la maggior parte delle università organizza ora una formazione per il proprio personale accademico. Secondo l'indagine del gruppo di lavoro dell'Associazione europea della rete tematica chimica (ECTN), la formazione per docenti di diverse università varia notevolmente. Inoltre, la formazione del personale docente è di solito focalizzata solo sulla pedagogia e nelle abilità di insegnamento generale. Sono organizzati in gruppi di docenti in diverse discipline. In questo modo, la formazione non può affrontare le specifiche dell'insegnamento e dell'apprendimento in una disciplina determinata e il potenziale che specifici strumenti digitali possono avere per una disciplina. Ciò significa che i docenti universitari nella situazione attuale nella maggior parte delle istituzioni non possono sviluppare né tenersi aggiornati con la loro conoscenza dei contenuti pedagogici tecnologici (TPACK) (Mishra e Koehler 2006). Questo è estremamente importante nelle discipline STEM dove c'è un rapido sviluppo della scienza e della conoscenza tecnologica che è fortemente collegato a complesse missioni sociali che hanno una dimensione multiculturale. Per far fronte a questi cambiamenti e per garantire una qualità sostenibile dell'insegnamento e dell'apprendimento nelle discipline STEM universitarie, è indispensabile uno sviluppo professionale continuo (STEMCPD) orientato allo STEM dei docenti delle loro università. È noto che lo sviluppo professionale funziona al meglio se è strettamente collegato alla pratica di lavoro, nel nostro caso la pratica di insegnamento STEM. È un compito molto complesso ed esigente per un'università da sola organizzare attività di sviluppo professionale continuo per i docenti in ciascuna e in tutte le discipline particolari in cui operano. Ancora di più, crediamo che nessuna università in Europa, per quanto grande o ricca, possa gestire correttamente questo problema da sola perché la collaborazione è essenziale per raggiungere il necessario discorso internazionale concentrandosi specificamente su considerazioni di qualità. L'obiettivo di questo progetto è quello di promuovere l'importanza della CPD presso le università dell'UE in modo che i docenti possano tenere il passo con la qualità dell'insegnamento e dell'apprendimento considerando gli sviluppi nelle discipline STEM e nella società e far fronte ai problemi difficili che sorgono. L'obiettivo principale è quello di sviluppare una cooperazione sostenibile tra le persone che organizzano o che desiderano organizzare attività di CPD orientate alla conoscenza dei contenuti pedagogici tecnologici nelle loro università. Ciò si baserà su un quadro di collaborazione inter-universitaria nel contesto dell'UE, sui cosiddetti ambasciatori CPD e sulle attività di tali ambasciatori della CPD con l'obiettivo di migliorare le competenze didattiche dei docenti universitari presso le loro università e, di conseguenza, migliorare i corsi universitari. Questo aumenterà notevolmente la motivazione e migliorerà i risultati di apprendimento degli studenti. CPD deve essere considerato come una parte normale della vita professionale per tutto il personale accademico. Il progetto riunirà un ampio spettro di opportunità di apprendimento per il personale docente delle istituzioni partecipanti al fine di migliorare la qualità dell'istruzione nell'università STEM migliorando la qualità dell'insegnamento e dell'apprendimento – una delle priorità dell'attuale Agenda di Bologna e del comunicato di Parigi. I partner del progetto STEM-CPD@EUni creeranno sinergie tra lo sviluppo professionale nell'insegnamento e nella ricerca, supportando la collaborazione e la comunicazione del personale accademico con gli sviluppatori educativi, gli organismi professionali e il settore privato. Per dare l'impulso a questo processo e potenziare le attività locali di CPD presso le facoltà STEM durante il progetto, una scuola estiva sarà organizzata due volte con l'obiettivo di addestrare i futuri CPD-Ambassadors. La filosofia delle scuole estive è la formazione del formatore nella co-creazione.

Nella scuola estiva i CPD-Ambassadors acquisiranno conoscenze, riceveranno materiale pertinente e produrranno le proprie risorse per organizzare le attività di CPD presso le loro università di origine, i cosiddetti casi utente.

In questo progetto, sei partner collaboreranno su sei risultati intellettuali:

  • In O1 sarà progettata una tabella di marcia per la configurazione dello sviluppo professionale continuo STEM presso le università dell'UE in base alle aspettative delle diverse parti interessate.
  • In O2 sarà sviluppato il quadro per STEM-CPD secondo il principio CPD-Ambassador.
  • In O3 gli scenari STEM-CPD e i casi utente saranno raccolti e condivisi sulla piattaforma aperta.
  • Nei moduli online aperti di O4, i microMOC, saranno sviluppati per essere utilizzati nelle attività CPD in diversi casi utente.
  • In O5 progererà la scuola estiva, le sue attività, materiali e la certificazione di CPD-Ambassadors.
  • Nell'O6 verranno effettuate misurazioni della valutazione e dell'effetto per valutare i casi degli utenti e gli scenari di CPD nel contesto europeo.

Il team della Federico II, composto dai prof. Vincenzo Russo e Oreste Tarallo sono responsabili della O5, e si occuperanno del design di un format per scuole di continua formazione professionale.

 

Maggiori informazioni sono disponibile sul sito dell'ECTN.


In primo piano

  • TUTELA DELLA SALUTE DI LAVORATORI E ALTRI SOGGETTI CHE FREQUENTANO L'ATENEO

    Misure da attuare a partire dal 16/3/2020 - Nota n.28666 del 16/3/2020 

  • AVVISO A TUTTI GLI STUDENTI ERASMUS+ 2019-2020 ALL'ESTERO O NON ANCORA PARTITI

    leggi l'avviso qui

  • Sospensione ciclo di seminari "Il mondo del lavoro incontra gli studenti"

    In ottemperanza ai DPCM dell'8 e 9 Marzo 2020 volti al contenimento dell'infezione da COVID-19, i seminari previsti per i giorni 16 e 23 Marzo 2020 sono rinviati a data da destinarsi. Calendario

  • Informativa per i vincitori Borse Erasmus dalla Prof. Annalisa Guaragna

    Ai vincitori di Borsa Erasmus: Cari Ragazzi, mi rendo conto che molti di voi in questo momento avranno delle perplessità riguardo ad un'eventuale partenza per una esperienza Erasmus. Continua a leggere

  • Premi accademici per giovani ricercatori

    L'Accademia di Scienze Fisiche e Matematiche della Società Nazionale di Scienze, Lettere e
    Arti in Napoli bandisce due concorsi al fine di premiare ricerche significative di giovani ricercatori nel campo delle Scienze Biologiche. 
  • ANM - Attivazione corse universitarie linea 633

    L'ANM, a partire da giovedì 20 febbraio p.v., attiverà sperimentalmente alcune corse di variante della linea C33 tali da assicurare un collegamento rapido e diretto tra Piazza Medaglie D'Oro e i Plessi universitari di Monte Sant'Angelo, via Claudio e Piazzale Tecchio. 
    - Corsa di andata alle ore 7,15 da Piazza Medaglie D'Oro; Corsa di ritorno alle ore 15,00 da Piazzale Tecchio

Risultati 1 - 6 su 32
Elementi per pagina 6
di 6