Scheda del Corso

Scienze Chimiche

  • Classe di Laurea: LM-54 Scienze chimiche
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Scienze MM.FF.NN.
  • Scuola: Scuola Politecnica e delle Scienze di Base
  • Dipartimento: Dipartimento di Scienze Chimiche
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof.ssa Prof.ssa Delia PICONE
  • Sito Web: www.scienzechimiche.unina.it
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Scienze MM.FF.NN.
  • Sportello di Orientamento:

    RIFERIMENTI PER LE ATTIVITÀ DI ORIENTAMENTO:
    http://www.scienzechimiche.unina.it/didattica/orientamento
    Referente del corso di studio: Prof.ssa. Maria Rosaria IESCE
    Scuola Politecnica e delle Scienze di Base: orientamento.spsb@unina.it
    Collegio degli Studi di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali: scienzemfn@unina.it

  • Obiettivi specifici:

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche si pone come obiettivo l'integrazione e l'approfondimento delle conoscenze acquisite in percorsi didattici di base intrapreso nel I ciclo nell'ambito delle scienze chimiche attraverso un ordinamento che si adatti con flessibilità alle esigenze formative dello studente e alle richieste delle varie parti interessate e del mondo del lavoro. Ai fini indicati, il corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche mira a formare una figura professionale con conoscenze e capacità di comprensione che consentano di elaborare e/o applicare in maniera appropriata concetti, metodologie e idee sia consolidati che originali, anche in un contesto di ricerca e innovazione.
    Prerogative del percorso formativo sono pertanto:
    a) Una solida preparazione comune a tutti gli studenti e opportunamente bilanciata nei settori delle attività caratterizzanti relativi a chimica analitica, chimica inorganica, chimica fisica, chimica organica, biochimica e biologia molecolare.
    b) Una scelta ampia e flessibile di corsi nell'ambito delle attività affini ed integrative, che consente l'approfondimento critico non solo in particolari ambiti della chimica e biochimica ma anche in altre aree disciplinari, offrendo corsi opzionali in settori di particolare rilevanza e attualità, quali ad esempio la chimica per l'ambiente e i beni culturali, la chimica sostenibile e l'energia, la chimica delle biomolecole o le metodologie di sintesi e catalisi.
    c) Un'esperienza diretta nel mondo del lavoro, attraverso un tirocinio formativo presso aziende, strutture o laboratori pubblici e privati.
    d) Uno spazio significativo dedicato alle attività connesse con la tesi sperimentale, ritenuta da sempre un'esperienza estremamente interessante, stimolante e formativa per il chimico. La tesi, che completa il percorso formativo insieme alle attività a libera scelta e all' approfondimento dello studio della lingua inglese, impegna lo studente in un progetto di ricerca avanzata sviluppato con originalità e crescente grado di autonomia. Essa deve incentrarsi su una attività sperimentale di laboratorio, deve garantire una formazione adeguata su problematiche e metodologie proprie della ricerca scientifica, e deve essere finalizzata al conseguimento di capacità di lavoro sperimentale
    autonomo, acquisizione ed elaborazione dei dati, discussione e presentazione critica dei risultati e della letteratura scientifica internazionale.
    Per l'Anno Accademico 2019-20 il corso di LM in Scienze chimiche è articolato in quattro indirizzi. Per i dettagli del percorso formativo si rinvia al sito: ww.scienzechimiche.unina.it

  • Il corso di studio in breve:

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche mira a fornire ai laureati una elevata preparazione scientifica e operativa nei diversi settori della chimica e una buona padronanza del metodo scientifico di indagine, attraverso un ordinamento che si adatta alle esigenze formative dello studente e alle richieste del mondo del lavoro.
    Il corso dà ampio spazio alle scienze chimiche, sia teoriche che sperimentali, con l'obiettivo specifico di formare figure professionali con una eccellente preparazione in diverse aree della chimica, capaci di svolgere sia attività professionali sia attività di ricerca accademica e industriale. Il percorso formativo comprende un primo blocco di insegnamenti comuni a tutti gli studenti,
    che completa e amplia la formazione nelle discipline chimiche fondamentali (Chimica Fisica, Chimica Inorganica, Chimica Organica, Chimica Analitica, Biochimica). Un secondo blocco di insegnamenti (corsi affini a scelta dello studente) consente di estendere le conoscenze a tematiche di rilevanza applicativa o a carattere interdisciplinare. In questo modo, a seconda dei propri specifici interessi, lo studente può acquisire una preparazione specialistica in settori di particolare rilevanza e attualità, quali ad esempio la chimica per l'ambiente e i beni culturali, la chimica sostenibile e l'energia, la chimica delle biomolecole, le metodologie di sintesi e catalisi.
    Uno spazio significativo è dedicato alle attività connesse con la tesi sperimentale, una vera e propria attività di ricerca, ritenuta da sempre l'esperienza più interessante, stimolante e formativa per il chimico. Attraverso un lungo percorso formativo in laboratorio, e una necessaria integrazione tra teoria e pratica, il lavoro di tesi consente al laureando di sviluppare un grado elevato di autonomia scientifica.
    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche ha il riconoscimento europeo "Chemistry Euromaster Label". I crediti maturati dal Laureato Magistrale sono pertanto spendibili ovunque, garantendo la massima mobilità nello spazio universitario europeo.
    Il corso afferisce al Dipartimento di Scienze Chimiche che vanta un'intensa e prestigiosa attività di ricerca e questo conferisce agli studenti un'attitudine a confrontarsi con un contesto internazionale. Si può inoltre contare su laboratori moderni, sicuri e ben attrezzati per lo svolgimento delle esercitazioni didattiche e per la preparazione della tesi sperimentale

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Dall'ordinamento:
    Possono accedere al corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche i Laureati della classe delle Lauree in Scienze e Tecnologie Chimiche L-27 e L-21 relativa al D.M. 509/99. Possono altresì accedervi coloro che siano in possesso di una Laurea di altra classe conseguita presso un Ateneo Nazionale, nonché coloro che siano in possesso di altro titolo di studio conseguito all'estero e riconosciuto idoneo purché vengano soddisfatti i requisiti curriculari dettagliati nel Regolamento del Corso di Studio. In particolare, possono iscriversi coloro che siano in possesso di lauree che consentono l'acquisizione di almeno 20 CFU di insegnamenti nell'ambito delle discipline matematiche, fisiche ed informatiche, e di almeno 30 CFU di insegnamenti di discipline chimiche, con particolare, ma non esclusivo, riferimento ai settori CHIM/01, CHIM/02, CHIM/03, CHIM/06 e BIO/10. Ulteriore requisito di accesso è la conoscenza della Lingua Inglese almeno di livello B1.
    Ai fini dell'ammissione al Corso di Laurea Magistrale la preparazione personale dei laureati viene verificata, previo possesso dei requisiti curriculari, secondo modalità specificate nel Regolamento.
    Dalla SUA
    1.    Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Chimiche occorre essere in possesso di laurea della classe L-27 (Scienze e Tecnologie Chimiche) o L-21 (Scienze e Tecnologie Chimiche), D.M. 509/99 conseguita presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II.
    2.    Possono altresì iscriversi coloro che, ai sensi del punto 3 lettera e) dell'allegato 1 al D.M. 26 Luglio 2007, siano in possesso di altre Lauree che consentono l'acquisizione di almeno 20 CFU di insegnamenti nell'ambito delle discipline matematiche, fisiche ed informatiche, e di almeno 30 CFU di insegnamenti di discipline chimiche, con particolare, ma non esclusivo, riferimento ai settori CHIM/01, CHIM/02, CHIM/03, CHIM/06 e BIO/10.
    3.    Oltre ai requisiti di cui al punto 1) o 2) è richiesta conoscenza della lingua Inglese di livello B1.
    Per coloro che sono in possesso del titolo di laurea di cui al punto 1), l'adeguatezza della preparazione si ritiene verificata con il conseguimento della laurea con una votazione pari o superiore a 93/110. In presenza di voto di laurea inferiore a 93/110 nelle classi di cui al punto 1) o nel caso di possesso di altro titolo di laurea e dei crediti indicati al punto 2), l'ammissione al corso di laurea magistrale è subordinata all'accertamento dell'adeguata preparazione personale.

    L'accertamento dell'adeguata preparazione personale avverrà tramite una prova scritta basata su quesiti proposti da una commissione appositamente nominata e riguardanti conoscenze fondamentali di Chimica Organica, Chimica Inorganica, Chimica Fisica, Chimica Analitica e Biochimica, cui farà seguito un colloquio per la discussione sui risultati della prova scritta.

    Per ogni anno accademico saranno previste DUE sessioni per l'accertamento dell'adeguata preparazione personale. I candidati non ammessi al Corso di Studi in seguito alla prima sessione potranno presentarsi alla seconda sessione.
    Dettagli sulle date delle prove e sui contenuti verranno resi noti tramite il sito web del Corso di Studi.

    La documentazione della carriera pregressa va presentata presso Segreteria Didattica del Dipartimento di Scienze Chimiche, Complesso Monte S. Angelo, all'attenzione della dott.ssa Rotondo (marinella.rotondo@unina.it).

  • Orientamento in ingresso:

    •    L'attività di orientamento in ingresso si rivolge prevalentemente ai Laureati in Chimica della Federico II e agli altri laureati della Classe L-27. Prima dell'inizio dell'Anno Accademico il Coordinatore, il GRIE e i docenti della Commissione di Coordinamento Didattico programmano un incontro pubblico con i laureandi e gli altri studenti potenzialmente interessati per presentare le modalità di accesso, l'organizzazione della didattica e l'offerta formativa, con particolare riferimento ai curriculum attivati. Il primo di tali eventi è stato programmato per il 13 giugno 2019.  L'azione di orientamento verso l'esterno viene fatta attraverso il sito web e con la disponibilità del coordinatore ad incontrare i laureati provenienti da altri atenei o da altri corsi di laurea, o a rispondere via e-mail, per valutare il curriculum e prospettare loro la necessità o meno di esami integrativi prima dell'iscrizione. Il parere finale è definito dalla Commissione di Coordinamento Didattico o sue commissioni.
    Le prerogative del CdS sono fatte conoscere anche agli studenti della Scuole Superiori contribuendo in forma coordinata con gli altri Corsi di Studio e Dipartimenti della Scuola Politecnica e delle Scienze di Base allo sviluppo della iniziativa Federico II nella Scuola promossa congiuntamente dall'Ateneo e dalla Direzione Scolastica della Regione Campania con la finalità di rafforzare e rendere sistematiche le interazioni tra i Corsi di studio dell'Ateneo e gli Istituti Scolastici Superiori.
    Il CdS viene anche presentato insieme al Corso di Studio di I livello (Corso di Laurea in Chimica) nelle iniziative di orientamento verso gli studenti delle Scuole Superiori che partecipano al Piano Lauree Scientifiche-Chimica nell'ambito del sottoprogetto dell'Ateneo Federico II (referente Prof. Maria Rosaria Iesce) e delle attività di Alternanza Scuola-Lavoro svolte da docenti del Dipartimento di afferenza.
    Il corso di studi pubblicizza le attività didattiche, incontri con gli studenti, i seminari e le altre iniziative attraverso social network e pagine web dedicate.

  • Prova finale:

    La Laurea Magistrale in Scienze Chimiche si consegue dopo aver superato tutti gli esami previsti dall'ordinamento unitamente ad una prova finale, consistente nella discussione di una tesi su un argomento specifico preventivamente concordato con almeno un relatore che supervisiona l'attività nelle sue diverse fasi. La tesi dovrà consistere in un elaborato originale sviluppato in maniera autonoma dallo studente sulla base di una attività sperimentale di laboratorio incentrata su problematiche e metodologie proprie della ricerca scientifica e finalizzata al conseguimento di capacità di lavoro sperimentale autonomo, acquisizione ed elaborazione dei dati, discussione e presentazione critica dei risultati e della letteratura chimica internazionale. L'elaborato può essere redatto in lingua inglese previa richiesta dello studente e delibera della Commissione Didattica. La discussione della tesi è pubblica e avviene alla presenza di una Commissione di Laurea nominata dalle strutture didattiche. Il giudizio finale espresso dalla Commissione Giudicatrice terrà conto della carriera dello studente e dell'esito della prova finale. Le attività formative relative al lavoro di tesi possono essere svolte sia nell'interno delle strutture universitarie sia presso centri di ricerca, aziende o enti esterni secondo modalità stabilite dalla Commissione Didattica.

  • Servizi Aggiuntivi:
    • Biblioteca Centrale: Complesso Monte S.Angelo, via Cinthia, Napoli
    • Biblioteche di Dipartimento
    • Aule Multimediali:
      • Complesso Monte S.Angelo, Centri Comuni (piano 3);
      • via Mezzocannone, 16 (piano 3);
      • via Mezzocannone, 8 (piano 1).

Elenco insegnamenti

Orario lezioni

Calendario esami

Calendario sedute di laurea